vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Scopa appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Vercelli

Carta d'Identità Elettronica (CIE)

Scheda del servizio

Descrizione:
Dal 02.01.2018 il Comune di Scopa rilascerà esclusivamente la nuova carta d'identità elettronica (CIE), fatti salvi casi di estrema e rara urgenza. Può essere richiesta esclusivamente se il precedente documento è in scadenza, scaduto, smarrito, rubato o deteriorato; non deve invece essere richiesta a seguito di cambio indirizzo o residenza. Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza. La carta d'identità elettronica può essere rilasciata anche ai minori di anni 18, ma ha una validità differenziata a seconda dell'età del titolare: da 0 a 3 anni dura 3 anni, da 3 a 18 anni dura 5 anni e sopra ai 18 anni dura 10 anni.



Come Fare:
Per richiedere la CIE occorre prenotare l’appuntamento rivolgendosi direttamente presso l’Ufficio Anagrafe, telefonando al numero 0163/71119 oppure via mail al seguente indirizzo: scopa@ruparpiemonte.it
Effettuata la prenotazione l'utente dovrà recarsi allo sportello all'orario stabilito, munito di:
- 1 foto tessera che dovrà avere le stesse caratteristiche richieste per il rilascio del passaporto (su sfondo chiaro, posizione frontale, senza copricapo, stampata su carta fotografica ad alta risoluzione e scattata non oltre 6 mesi prima della domanda) come previsto dalle disposizioni ministeriali consultabili in questa pagina;
- codice fiscale o tessera sanitaria;
- carta d’identità scaduta o in scadenza;
- versamento di € 23,00 che può essere effettuato con una delle seguenti modalità:

• in contanti direttamente presso gli uffici comunali;
• bonifico su conto corrente bancario del Comune presso Biverbanca Agenzia di Scopello – (IBAN: IT82M0609022308000000920079);
• versamento su conto corrente postale n. 111318136 intestato a “Comune di Scopa – Servizio Tesoreria”.

Il cittadino all’atto della domanda deve:
- verificare con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;
- fornire, se lo desidera, indirizzi di contatto per essere avvisato circa la spedizione del suo documento;
- indicare la modalità desiderata di ritiro del documento (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune);
- fornire la fotografia;
- procedere con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali secondo le modalità consultabili in questa pagina;
- fornire, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;
- firmare il modulo di riepilogo.

Come previsto dalle nuove procedure predisposte dal Ministero dell'Interno, il documento non può essere consegnato immediatamente allo sportello comunale, ma è stampato dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e spedito all'indirizzo indicato dal richiedente, entro sei giorni lavorativi dalla richiesta. E’ possibile farlo spedire in comune e ritirarlo poi allo sportello. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purché le sue generalità siano state fornite all’operatore comunale al momento della richiesta. Considerata la procedura che impiega circa 10 giorni lavorativi, è molto importante provvedere alla sua richiesta per tempo.


Informazioni specifiche:
IMPOSSIBILITATI: nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni, un suo delegato (ad esempio un familiare) deve recarsi presso l’ufficio con la documentazione attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

CITTADINI STRANIERI: per i cittadini stranieri, oltre ai documenti già indicati, occorre anche il permesso di soggiorno in corso di validità oppure la ricevuta della domanda di rinnovo presentata entro i 60 giorni dalla scadenza del permesso, più copia del permesso scaduto e il passaporto; per i cittadini dell'Unione Europea necessita il documento rilasciato dallo Stato di appartenenza.


MINORI: nel caso in cui l'intestatario del documento sia un minore, tale dichiarazione deve essere resa da coloro che hanno la responsabilità genitoriale (genitori o tutore). Nel caso in cui uno dei genitori fosse impossibilitato a presentarsi allo sportello, questi deve far pervenire (anche per via telematica, così come previsto dall'art. 38 comma 3 del D.P.R. n. 445/2000) una dichiarazione di consenso all’espatrio (vedi modulo allegato in fondo alla pagina), redatta in carta semplice, sottoscritta ed accompagnata dalla fotocopia integrale di un documento di identità.

Nel caso di rifiuto all’assenso da parte di un genitore, è necessaria l’autorizzazione del giudice tutelare da richiedere in tribunale. In mancanza dell’assenso o della suddetta autorizzazione la carta sarà rilasciata non valida per l’espatrio.

A partire dai 12 anni (compiuti) al minore verranno prese le impronte digitali e dovrà firmare il documento.

Restano valide le indicazioni riguardo la sottoscrizione da parte dei genitori o di chi esercita la responsabilità tutoria di minori di età inferiore a 14 anni che viaggino non accompagnati da almeno uno di loro e che intendono concedere l'autorizzazione ad una persona fisica o ad una società di trasporto (ad esempio una compagnia aerea o di navigazione): essi devono sottoscrivere una dichiarazione di accompagnamento che resterà agli atti della questura (vedi modulo allegato in fondo alla pagina).

Riferimenti Normativi:
http://www.cartaidentita.interno.gov.it/normativa

Ufficio di competenza

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza Municipio, 1
Telefono 0163.71119
Fax 0163.024622
EMail scopa@reteunitaria.piemonte.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Orario
Da Lunedi a Sabato 09.00 - 12.30 dal lunedì al venerdì e 4° sabato di ogni mese 13.30 - 16.00 martedì